CoachMag n.66 – Coaching ed Emozioni: come gestire al meglio gli stati emotivi

Prezzo

12,90

COME ACQUISTARE

Scegli se ricevere la tua copia della rivista in formato digitale (euro 12,90) oppure cartaceo + digitale (euro 16,90). Una volta scelta l’opzione da te preferita, premi il tasto Acquista per aggiungere la rivista al tuo carrello.

Al termine degli acquisti, scegli se pagare tramite PayPal, carta di credito o bonifico bancario. Se hai scelto la copia digitale, immediatamente dopo l’acquisto riceverai un’email con il link per lo scaricamento. Se invece hai scelto la versione cartacea, la riceverai dopo qualche giorno all’indirizzo di posta da te indicato. Alla conferma dell’ordine riceverai comunque anche la copia digitale del numero di CoachMag da te acquistato. Spediamo in tutta Italia! 

Continua a leggere sotto cosa contiene CoachMag n.66!

Cosa troverete in questo numero?

Carissimi Lettori, ben arrivati nel numero 66 di CoachMag!

Sono pronte ad attendervi 100 nuove pagine della vostra rivista preferita, concepite dai più influenti e competenti Coach e Formatori italiani, che ho riunito insieme in questa occasione per parlarvi di un tema che ci riguarda tutti, con le sue infinite sfaccettature, molto da vicino.

Ci concentriamo infatti su “Coaching ed emozioni: come gestire al meglio gli stati emotivi”.

Tutto ciò che facciamo è spinto dalle nostre emozioni: come possiamo aiutare i nostri clienti a viverle al meglio?

Anzitutto, siamo in grado di generare dentro di noi, nel nostro profondo essere Coach e Formatori, lo stato di grazia necessario per poterci prendere cura anche delle emozioni dei nostri clienti?

Conosciamo tecniche e strategie utili per accompagnare una persona all’interno di una tempesta emotiva, per ritrovare poi la sua centratura?

Quali doni hanno in serbo per noi emozioni che spesso cerchiamo di sopprimere?

Impareremo, attraverso le nostre pagine, ad amare ogni manifestazione delle nostre emozioni, da quelle che ci appaiono più distruttive, a quelle più costruttive.

Se è vero che lo stato d’animo è la chiave di un lavoro di successo, altrettanto vero è che noi non abbiamo emozioni, bensì: le creiamo.

Le creiamo, sì, ma: da dove? Scopriremo la neurofisiologia delle emozioni, alla ricerca del centro di elaborazione delle emozioni nel nostro cervello e approfondendo i meccanismi di reazione e risposta alla base della nostra sopravvivenza psicologica.

Qual è la prima cosa da fare, quando provi una forte emozione? Quanto è importante il lessico emotivo per noi Coach e Formatori professionisti?

Attraverso il tuo stato emotivo, influenzi l’ambiente intorno a te, nella vita privata come nel tuo business, impattando in questo modo anche sui tuoi risultati e sulle tue performance.

Apprenderemo tra le nostre righe come rendere il nostro Personal Branding emotivamente intelligente e come rendere le nostre emozioni nostre preziose alleate, per essere più potenti nel nostro business.

E quale miglior numero di CoachMag, se non il presente, per dar vita a una nuova rubrica, a cura della splendente Ilaria Iseppato – sociologa, Coach e EQ Facilitator – rubrica dedicata proprio all’esplorazione dell’Intelligenza Emotiva In Azione?

Grazie ad Ilaria, comprenderemo in ogni nuovo numero della nostra rivista come le emozioni siano qualcosa di estremamente concreto e tangibile, come siano cioè neurormoni, catene di aminoacidi che fluiscono dal cervello in tutto il corpo, portando messaggi. Ciascuno “scoppio” di queste sostanze chimiche, dal momento in cui vengono prodotte al momento in cui vengono completamente riassorbite, dura circa 6 secondi.

Se perdiamo l’opportunità che ci offrono quei 6 secondi di ascoltare cosa stiamo sentendo, connettendoci con noi stessi, perdiamo la saggezza e l’energia che le emozioni ci offrono: avere consapevolezza di cosa stiamo provando ci aiuta a valorizzare quell’energia e ad utilizzarla in maniera intenzionale e sostenibile.

Si può allora prescindere dalla loro conoscenza per dare vita, come Coach e Formatori, a cambiamenti positivi, per noi stessi e per il mondo?

Vi auguro, carissimi Lettori, che queste pagine che leggerete vi accompagnino a navigare al meglio le vostre emozioni e quelle dei vostri clienti, e a prendervene profondamente cura.

Buona emozionante lettura dal vostro direttore,

Natascia Pane

 

 

Forse potrebbe interessarti anche...